Questa pubblicazione trae origine dalle ricerche condotte su documenti conservati presso l'archivio parrocchiale di Trecate. Buona parte del materiale qui raccolto risulta essere una rielaborazione di quanto gia' pubblicato sul Bollettino Trecatese nel corso degli ultimi anni.
Tutto cio' che e' di seguito riportato non vuole, per svariati motivi, essere una nuova storia di Trecate. Innanzitutto chi scrive non e' uno storico, non ha quindi una preparazione adatta a redarre una ricerca specificatamente orientata a cio'; in secondo luogo i documenti a disposizione sono inerenti esclusivamente all'aspetto religioso della vita della comunita' trecatese e non rispecchiano, di conseguenza, la molteplicita' delle situazioni che si sono sviluppate nell'arco dei secoli, cosi' come sarebbe necessario ai fini di una trattazione approfondita; da ultimo, infine, l'intendimento di voler dare a questi capitoli un taglio diverso da quello prettamente storico.
Chi avra' la pazienza di leggere questo scritto non si dovra' aspettare di rispettare un ordine cronologico di eventi, neppure di trovarne citati di eclatanti, semplicemente vi trovera' la vita della gente, persone che nell'arco di quasi mezzo millennio hanno lasciato tracce dei propri nomi, dei propri mestieri insomma, della vita di tutti i giorni.
Certo, sarebbe bello ed entusiasmante scoprire qualcosa di importante e di nuovo, uno "scoop storico", be' non c'e' tra queste righe ma, forse, a qualcuno tra i lettori capitera', come al sottoscritto, di sentire qualcosa di vivo emergere dalle situazioni che si descriveranno, forse gli sembrera' di poter partecipare alla vita di cui esse parlano; in questo caso, allora, lo scopo di chi scrive sara' raggiunto.
Vorrei, per concludere, ringraziare Don Gilio Masseroni, Arciprete di Trecate, per la sensibile attenzione con cui ha seguito e aiutato la nascita di questo scritto.

Si ringrazia il Signor Alessio Guida per la gentile collaborazione